Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'assessore Vetrella domani a Roma per la vicenda fincantieri


L'assessore Vetrella domani a Roma per la vicenda fincantieri
20/09/2010, 18:09

L'assessore ai Trasporti e alle Attività produttive della Regione Campania, Sergio Vetrella, parteciperà domani a Roma all'iniziativa sulla cantieristica navale organizzata dalle segreterie nazionali di Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil, nel corso della quale si discuterà anche della situazione della Fincantieri di Castellammare di Stabia.

“Pur non avendo alcuna informazione sull'eventuale chiusura della sede di Castellammare di Stabia da parte della Fincantieri, né tantomeno di altri tipi di investimento – dichiara l'assessore Vetrella – sarò comunque domani a Roma per testimoniare l'attenzione della Regione Campania sul futuro di una realtà storica e di un comparto strategico per il nostro territorio. Assieme alle altre Regioni coinvolte seguiremo l'evolversi della vicenda, che in nessun caso può e deve penalizzare i lavoratori e le loro famiglie, soprattutto in un momento di crisi economica generale come quello che stiamo attraversando particolarmente in Campania. L'attenzione da me posta al rilancio dell'area è dimostrata dal fatto che, da quando mi sono insediato, mi sono già incontrato due volte con il sindaco di Castellammare di Stabia Bobbio, con il quale sono in stretto contatto per discutere di diverse iniziative. In merito poi alla realizzazione di un bacino di carenaggio – precisa Vetrella – attualmente è solo sospesa una delibera della precedente giunta per un semplice studio di fattibilità, in sintonia con l'Autorità portuale di Napoli, sotto la cui giurisdizione ricade il porto di Castellammare. Infatti, ogni eventuale finanziamento regionale deve rientrare, a mio avviso, in un piano industriale serio e in grado di rilanciare realmente e strutturalmente l'azienda, a tutela sia dei lavoratori, sia dei contribuenti campani, che hanno il diritto di vedere investite le risorse regionali disponibili in iniziative realmente in grado di generare ricadute significative e durature per l'economia e l'occupazione”.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©