Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nascosto in una villa lussuosa con convivente e figlio

Latitante dei Polverino arrestato in Olanda

Si era sottratto al blitz dello scorso maggio

.

Latitante dei Polverino arrestato in Olanda
30/07/2011, 13:07

NAPOLI – Sfuggito al maxi blitz e gli arresti, che lo scorso 3 maggio hanno di fatto sventrato la cosca dei polverino, attiva nel maranese, zona a nord di Napoli, Angelo D’Alterio, detto “o’ zio”, si era dapprima rifugiato in Spagna, come accertato dalle fonti investigative, dove era rimasto per circa due mesi, facendo poi perdere le sue tracce, lasciando la Penisola Iberica e rifugiandosi in Olanda. Ma la sua latitanza si è infranta proprio lì nel paese dei mulini a vento dove il D’Alterio, ritenuto personaggio di spicco del clan nuvoletta, si era rifugiato in una lussuosa villa nella zona residenziale sulla costa olandese. L’ uomo è stato sorpreso all’alba mentre dormiva, con lui era la convivente equadoregna e il figlio di 7 anni, alla vista delle forze dell’ ordine non ha opposto resistenza, il blitz condotto congiuntamente dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli e la Polizia Olandese oltre all’ arresto del latitante ha prodotto il sequestro di 20mila euro che il D’Alterio nascondeva dietro uno specchio, inoltre nella perquisizione sono state ritrovate delle foto che ritraggono l’ arrestato in compagnia di Giuseppe Polverino, capo dell’ omonimo clan, primula rossa dal 2006. L’ accusa per D’Alterio è di associazione per delinquere di stampo mafioso; con il suo arresto sale a 5 il numero di latitanti, ritenuti elementi di spicco del clan camorristico dei polverino, che i Carabinieri di Napoli, grazie a serrate indagini hanno catturato negli ultimi tre mesi.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©