Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ha parlato durante un incontro a Venezia

Laura Boldrini contro "l'abuso" del corpo femminile negli spot

"Inaccettabile un uso così esasperato nella pubblicità"

Laura Boldrini contro 'l'abuso' del corpo femminile negli spot
05/05/2013, 19:12

La presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini è intervenuta sul grave fenomeno del femminicidio, durante un incontro pubblico in piazza San Marco a Venezia. Ha voluto sottolineare l'allarme sulla condizione femminile in Italia e ha chiesto una limitazione nella mercificazione del corpo della donna negli spot. "Omofobia, sessismo, violenza sulle donne - ha dichiarato Laura Boldrini - hanno la stessa matrice. Non solo. Per proteggere le donne dalla violenza, bisogna rilanciare l'occupazione femminile". Quindi, un elogio alla task force contro il femminicidio proposta dal ministro allo Sport Josefa Idem.
La presidente della Camera non ha nascosto il disagio nel vedere tanti cartelloni pubblicitari, spot in televisione pieni di donne nude: "E' necessario porre limiti all'utilizzo del corpo delle donne nella comunicazione. E' inaccettabile che ogni prodotto venga veicolato attraverso il fisico femminile. Le multinazionali fanno queste pubblicità con le donne solo in Italia e non in altri Paesi. Una donna oggettivizzata, cioè resa oggetto, la si tratta come si vuole e la relativa violenza è a un passo".
E' soprattutto il dilagare della mercificazione del corpo femminile su Internet, secondo la Boldrini, un fenomeno da fermare. La presidente della Camera ha chiesto leggi speciali per la Rete: "Io non ho mai detto che ci vogliono leggi che limitino il web, ma bisogna impedire che la violenza dilaghi nella rete. Non sono contro la rete, ma a sostegno delle donne. La stessa attenzione che si è raggiunta contro la pedofilia online deve essere impiegata contro la violenza sulle donne".

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©