Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Marina Berlusconi:"Parole che fanno orrore"

Laurea honoris a Saviano:"La dedico ai pm di Milano"

Scontro tra il giornalista e la figlia del premier

Laurea honoris a Saviano:'La dedico ai pm di Milano'
23/01/2011, 11:01

GENOVA - "Dedico questa laurea ai tre magistrati, Boccassini, Forno e Sangermano, che indagano su Berlusconi. Loro che stanno vivendo momenti difficili solo per aver fatto il loro dovere. E a mia madre, una ligure. Vedendomi laureato penserà che finalmente ho messo la testa a posto". Così un fin troppo eloquente e schierato Roberto Saviano alla cerimonia di laurea che l'ha visto destinatario di un titolo accademico honoris causa in giurisprudenza.
I professori dell'Università di Genova che hanno donato al giovane giornalista il titolo di laurea, hanno applaudito; la figlia di Silvio Berlusconi, Marina, ha invece parlato chiaramente di "parole che fanno orrore".

LA REAZIONE DI CASA BERLUSCONI
La presidente di Mondadori, con la quale Saviano da anni pubblica i suoi libri, ha infatti replicato seccata:"Mi fa letteralmente orrore che una persona come Roberto Saviano, che ha sempre dichiarato di voler dedicare ogni sua energia alla battaglia per il rispetto della libertà, della dignità delle persone e della legalità, sia arrivata a calpestare e di conseguenza a rinnegare tutto quello per cui ha sempre proclamato di battersi. Il 'mestiere di giustizia' come lo chiama Saviano, e coloro che sono chiamati ad esercitarlo non dovrebbero avere nulla a che vedere con la persecuzione personale e il fondamentalismo politico che questa vicenda mette invece con spudorata evidenza sotto gli occhi di tutti".
Come ha spiegato anche il preside della facoltà di Giurisprudenza, Paolo Comanducc, L'Università di Genova ha voluto conferire la Laurea honoris causa allo scrittore campano "per l'importante contributo dato al nostro Paese in favore della legalità, che è l'asse portante dello stato di diritto".
Dal canto suo, Saviano ha tenuto la sua "lectio doctoralis" parlando del tema-tormentone inerente al rapporto tra la comunicazione e le organizzazioni malavitose. Diversi i "colleghi" citati che, come lui, sono costretti a vivere sotto scorta per "usato la parola per far vincere il diritto di legalità".

LA RISPOSTA DI SAVIANO
A stretto giro, La Repubblica, diffonde una lunga e dettagliata risposta fornita da Saviano alle accuse di Marina Berlusconi:"Il vero orrore è isolare i magistrati, il vero orrore sono gli episodi di corruzione e criminalità che da anni avengono nel nostro paese". Osserva l'autore di Gomorra che poi incalza:"Non c'è contraddizione nel dedicare una laurea in Giurisprudenza a chi attraverso il diritto cerca di trovare spiegazioni a ciò che sta accadendo nel nostro Paese. Mi avrebbe fatto piacere ascoltare nelle parole di un editore l'espressione "orrore" non verso di me, per una dedica di una laurea in Legge fatta ai magistrati. Mi avrebbe fatto piacere che la parola "orrore" fosse stata spesa per tutti quegli episodi di corruzione e di criminalità che da anni avvengono in questo paese, dalla strage di Castelvolturno sino alla conquista della 'ndrine di molti affari in Lombardia. Ma verso questi episodi è stato scelto invece il silenzio".
A questo punto, coerenza vorrebbe la rescissione immediata da parte di Roberto Saviano del rapporto con la Mondadori.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©