Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Berlusconi indagato a Bari

Lavitola, audizione De Gregorio lunedì in Senato

Perquisita sede Svemark, proiettili in cassaforte

Lavitola, audizione De Gregorio lunedì in Senato
19/04/2012, 12:04

Comparirà lunedì prossimo davanti alla Giunta delle immunità del Senato il senatore del Pdl, Sergio De Gregorio, coinvolto nell’inchiesta su Valter Lavitola. La data è stata decisa dalla Giunta che oggi ha incardinato la richiesta di autorizzazione agli arresti domiciliari a carico dell'esponente del Pdl. Come relatore tecnico, per ora, è stato designato lo stesso presidente della Giunta, Marco Follini, che stamattina ha fornito una sintesi della richiesta della magistratura napoletana. Il voto della Giunta è previsto per il 2 maggio, anche se ad infoltire il dossier su De Gregorio è arrivata anche una richiesta di perquisizione relativa ad un container di proprietà del senatore. «Bisognerà valutare -ha detto Francesco Sanna del Pd - se la tutela dell'art.68 della Costituzione si può estendere anche al container secondo un'interpretazione che ne farebbe una sorta di estensione del domicilio del senatore». Intanto, un avviso di proroga delle indagini preliminari è in corso di notifica nei confronti dell'ex premier Silvio Berlusconi, indagato a Bari per aver istigato, in concorso con Valter Lavitola, Gianpaolo Tarantini a mentire ai pm baresi che indagavano sulle escort portate da “Gianpi” nelle residenze dell’ex presidente del Consiglio. Berlusconi e Lavitola risultano quindi indagati a Bari dall'ottobre 2011. Per quanto riguarda l’accusa di corruzione internazionale a carico di Valter Lavitola, gli agenti della questura di Treviso hanno perquisito la sede di Vazzola del consorzio Svemark e in particolare l'ufficio di Paolo Passalacqua, legale rappresentante della Precetti spa, una delle aziende capofila del consorzio al centro delle indagini che hanno portato in carcere Valter Lavitola. Svemark è l'azienda italiana titolare della tecnologia necessaria per la realizzazione delle carceri modulari a Panama. Gli investigatori su ordine della Procura di Napoli hanno sequestrato due computer e diversi documenti contabili. Dentro una cassaforte, come riportano i giornali locali, sono stati anche recuperati 300 proiettili non registrati. Il manager è stato denunciato alla Procura di Treviso per la detenzione illegale delle munizioni. Il consorzio Svemark è stato creato nel 2006 per produrre sistemi modulari in acciaio per carceri. È domiciliato allo stesso indirizzo della filiale produttiva della Precetti spa, azienda genovese che lì produce banchi in acciaio per le navi con un organico di 95 lavoratori.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©