Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Ma l'avvocato: "Era uscito solo nel cortile di casa"

Lavitola torna in carcere, ha violato i domiciliari


Lavitola torna in carcere, ha violato i domiciliari
12/10/2013, 11:33

ROMA - Si riaprono le porte del carcere per Valter Lavitola, agli arresti domiciliari dalla fine di maggio dopo il patteggiamento per i finanziamenti al quotidiano L'Avanti e la condanna di primo grado nel processo riguardante la tentata estorsione ai danni di Silvio Berlusconi. Le telecamere di sorveglianza che riprendono l'ingresso della sua abitazione, disposte per ordine del Tribunale di Sorveglianza, hanno registrato la presenza di Lavitola al di fuori della sua abitazione. 
Secondo la Corte d'Appello di Napoli, che ne ha deciso l'arresto, questa è stata una violazione delle regole; secondo l'avvocato Gaetano Balice, era solo nel cortile, una zona in cui era possibile andare. E a dimostrazione di questo, ha fatto notare che il braccialetto elettronico, di cui Lavitola è stato dotato, non è scattato.
Il tutto in attesa del processo di secondo grado per la tentata estorsione a Silvio Berlusconi, che inizierà il 30 ottobre prossimo.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©