Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Questa sera l'incontro con il vicesindaco Sodano

Lavoro, in piazza i dipendenti di Napoli Sociale


.

Lavoro, in piazza i dipendenti di Napoli Sociale
24/09/2012, 17:22

NAPOLI - Sono scesi in piazza questa mattina i lavoratori di Napoli Sociale, partecipata del Comune di Napoli che si occupa di assistenza agli alunni con disabilità. Chiedono il pagamento di ben tre mensilità arretrate, ma soprattutto delucidazioni sul proprio futuro lavorativo.

“Abbiamo proclamato lo sciopero 15 giorni fa, sperando che le cose potessero cambiare – spiega una lavoratrice, Annamaria Castellano – fin ora però nulla si è mosso I soldi non ci sono, siamo stanchi e preoccupati per il nostro futuro”.

Il dito è puntato contro l’assessore alle politiche sociali, Sergio D’Angelo, accusato dai lavoratori di non aver mantenuto gli impegni presi. “Noi ci chiediamo – continua Castellano – se è vero che i soldi non ci sono o se è solo un gioco politico”.

Dal canto suo l’assessore tranquillizza e chiede maggiore senso di responsabilità ai lavoratori. “L'amministrazione vive una situazione economico-finanziaria di drammatica portata – spiega l’assessore alla politiche sociali, Sergio D’Angelo -  ereditata dalla precedente giunta, che sta determinando significativi ritardi nel pagamento di fornitori esterni ma anche difficoltà nei trasferimenti alle società partecipate. Questo non ha impedito tuttavia uno sforzo straordinario da parte della amministrazione per affrontare le criticità esistenti e ricercare soluzioni anche nel breve periodo. Fino ad oggi, inoltre, l'amministrazione ha garantito i livelli occupazionali presenti nelle stesse società partecipate, nonostante la difficile condizione nella quale sono state ereditate e nonostante gli ultimi interventi legislativi nazionali. Per quanto riguarda Napoli Sociale – prosegue D’Angelo - si sta lavorando ad un progetto di riorganizzazione e di trasformazione della società per evitare la perdita di posti di lavoro attraverso l'efficientamento organizzativo della società, la valorizzazione delle competenze professionali e la trasformazione dell'assetto societario al fine di ottenere vantaggi fiscali e l'uscita dal cronologico”.

C’è poi la questione del pagamento. “Si attendono nei prossimo giorni gli esiti operativi di accordi già raggiunti con vari istituti bancari, che sosterranno anticipazioni finanziarie, in modo da permettere l'immediato pagamento degli arretrati maturati e della mensilità in corso”, conclude l’assessore al welfare di Palazzo San Giacomo.

Questa sera, intanto, il vicesindaco Sodano incontrerà i rappresentanti dei lavoratori, che avevano chiesto più volte un incontro con il sindaco de Magistris.

 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©