Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Soddisfatto il presidente della Provincia di Latina

Lazio, il Tar boccia il piano regionale rifiuti

Viola le normative comunitarie

Lazio, il Tar boccia il piano regionale rifiuti
10/01/2013, 10:35

Non va bene il piano rifiuti predisposto dalla Regione Lazio. A dirlo è il Tar dell’ente, accogliendo un ricorso dei Verdi, appoggiato dalla Provincia di Latina. Il motivo è che il piano ha violato le normative comunitarie. In particolare nella sentenza si legge: “Come correttamente affermato dalla Ce per essere conforme alla direttiva discariche e alla direttiva quadro sui rifiuti, il trattamento dei rifiuti destinati a discarica deve consistere in processi che, oltre a modificare le caratteristiche dei rifiuti allo scopo di ridurne il volume o la natura pericolosa e di facilitarne il trasporto o favorirne il recupero, abbiano l’effetto di evitare o ridurre il più possibile le ripercussioni negative sull’ambiente nonché i rischi per la salute umana”. Appena tre giorni fa, il ministro all’Ambiente Corrado Clini, ha illustrato il decreto per l’emergenza, contro il quale il comune di Latina ha già annunciato ricorso e che la Provincia intende impugnare. Sull’esito del Tar Lazio si dice soddisfatto Armando Cusani, presidente della Provincia di Latina: “Si ferma il disegno politico di far diventare le province le pattumiere del Lazio. Il piano regionale dei rifiuti è tutto da rifare”. 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©