Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Le donne mature amano la letteratura erotica


Le donne mature amano la letteratura erotica
04/09/2012, 11:09

In quest’inizio settembre l’Italia è divisa in due: da un lato chi sta partendo per le ferie e dall’altro chi sta rientrando in città. Ancora tempo di vacanze, di spiaggia, di mare e di letture sotto l’ombrellone per alcune, ritorno in ufficio, alla routine e alle letture domenicali al parco per altre. Nell’ambito di un sondaggio sullo stile di vita di 2.000 iscritte, lo staff del portale CougarItalia.com, dedicato alle donne mature, ha indagato sulle abitudini di lettura e i generi preferiti dalle cougar italiane, che si sono rivelate delle grandi lettrici.

 

Il 68% delle intervistate, donne comprese tra i 28 e i 60 anni, dichiara infatti di leggere mediamente 3 libri al mese e il 53% elegge come genere prediletto la letteratura erotica, a cui segue la narrativa classica (36%) e romanzi o saggi che trattino temi d’attualità (11%).

 

“Spensieratezza e sogno, un momento in cui evadere dalla realtà e la possibilità di rivivere nelle vicende dei protagonisti dei romanzi: ecco perché la lettura piace tanto alle donne cougar” commenta lo staff di CougarItalia.com. “Un buon libro costituisce al tempo stesso un modo per spezzare la monotonia, una piacevole distrazione che ci si può concedere in qualunque momento e uno strumento per essere informati, leggendo il cambiamento dei tempi e dei costumi attraverso gli occhi degli scrittori”.

 

Nella classifica dei romanzi più amati dalle donne mature troviamo in vetta due classici della letteratura erotica: “Fanny Hill. Memorie di una donna di piacere” di John Cleland e “L’amante di Lady Chatterley” di Lawrence. Seguono, in ordine di preferenza, i romanzi di Milan Kundera “L’insostenibile leggerezza dell’essere” e di Marguerite Duras “Occhi blu, capelli neri”, meno lussuriosi e più recenti rispetto ai primi; entrambi accomunati dal racconto delle travagliate vicende d’amore dei protagonisti, che si intrecciano con gli eventi della Primavera di Praga nel primo caso e si svolgono sullo sfondo di una stanza asettica nel secondo.

 

“Orgoglio e pregiudizio” della scrittrice inglese Jane Austen si trova esattamente a metà della classifica. La storia tormentata tra il Signor Darcy e Elisabeth Bennet rappresenta un evergreen della letteratura che, anche a distanza di epoche storiche, desta ancora l’interesse nelle lettrici nostrane. A seguire, incontriamo il best seller di Isabel Allende, “La casa degli spiriti”: le vicende di una famiglia, la magia, l’amore e la guerra civile in Cile.

 

Anche gli scrittori italiani sono valutati positivamente dalle donne mature, in sesta posizione troviamo infatti “Uno, nessuno e centomila”, la geniale introspezione sulla natura umana di Luigi Pirandello e “Il giorno in più” di Fabio Volo, che racconta la storia d’amore nata da uno scambio fugace di sguardi sul tram per andare a lavoro.

 

Nella top ten anche libri che trattano temi d’attualità come “Gomorra. Viaggio nell'impero economico e nel sogno di dominio della camorra” di Roberto Saviano, che affronta la delicata questione della camorra in Italia e “Next” il celebre saggio di Alessandro Baricco sulla globalizzazione.  

 

Mentre il romanzo dell’estate, da leggere in spiaggia o al rientro dalle vacanze, per il 65% delle intervistate è la trilogia della scrittrice inglese E.L. James, Cinquanta sfumature di grigio, Cinquanta sfumature di nero e Cinquanta sfumature di rosso. Un successo mondiale, con le oltre 31 milioni di copie vendute in 37 Paesi, caratterizzato dalla descrizione, che poco lascia all’immaginazione, di scene erotiche e di pratiche sessuali bondage e sado-maso. 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©