Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Controlli a valanga su falsi, evasione, frodi e spaccio

Le Fiamme Gialle presentano il bilancio 2009


.

Le Fiamme Gialle presentano il bilancio 2009
28/12/2009, 14:12

NAPOLI – La Guardia di Finanza di Caserta ha presentato il bilancio relativo all’anno 2009. Nelle numerose operazioni, oltre a rafforzare il ruolo di polizia economica e finanziaria, si è guardato con particolare attenzione alle frodi in danno dello Stato e dell’Unione Europea, nonché ai fenomeni del riciclaggio, dell’usura, della contraffazione e dei traffici illeciti più diffusi nel territorio provinciale. Numerosi, inoltre, gli interventi condotti nella prospettiva di aggredire i patrimoni illecitamente accumulati.

Nel periodo di riferimento sono state concluse complessivamente 661 verifiche fiscali, che hanno portato alla constatazione di circa 169 milioni di euro di imponibile sottratti a tassazione e di una evasione all’Iva per circa 31 milioni di euro.
L’attività svolta in questo settore ha portato alla denuncia di 162 persone per reati fiscali; tra loro anche 78 evasori totali, ovvero soggetti completamente sconosciuti all’Amministrazione finanziaria. La lotta al sommerso ha permesso di individuare, inoltre, 128 lavoratori in nero o irregolari.

Oltre 2600 irregolarità sono state contestate nell’ambito degli oltre 5mila controlli sull’emissione di scontrini e ricevute fiscali; accertamenti che si inquadrano nell’ambito delle misure volte alla lotta al carovita.

Sul versante della criminalità organizzata, sono stati sottoposti a sequestro preventivo beni per un valore complessivo di circa 75 milioni di euro, ai danni di soggetti riconducibili a sodalizi criminali; poste in esecuzione, inoltre, 13 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone ritenute responsabili a vario titolo di associazione di stampo mafioso e riconducibili ai clan camorristici dei Casalesi e dei Belforte.

Nel campo della contraffazione, i controlli si sono susseguiti nelle zone dell’agro aversano e del litorale domitio, aree dove si concentrano le ‘fabbriche’ di materiale taroccato. In oltre 320 interventi sono stati sequestrati complessivamente circa 370mila articoli con marchio contraffatto e oltre 45mila supporti audiovisivi illecitamente duplicati. La denuncia è scattata per 488 persone, una delle quali è stata arrestata.

Nel settore del falso nummario, i controlli hanno portato alla scoperta, nel mese di luglio, di una tipografia clandestina a Gricignano. All’interno di un casolare sono stati ritrovate e sequestrate banconote false per un ammontare di circa 7 milioni e 300mila, oltre ai macchinari per fabbricare banconote da 50 euro. Nella circostanza due persone sono finite in manette.

Sul versante dei giochi illegali e delle scommesse clandestine, 179 persone sono state denunciate e sono finiti sotto chiave 275 tra videopoker e videogiochi illeciti.

Le operazioni nel 2009 si sono concentrate anche sulla prevenzione e repressione dei danni ambientali. Nell’ambito di tali controlli sono state denunciate 58 persone (3 delle quali finite agli arresti), sequestrate 324 discariche abusive e circa 11 tonnellate di rifiuti industriali.

I controlli antidroga sono stati 341, condotti con l’ausilio di unità cinofile. Finiti sotto sequestro oltre 110 chilogrammi di sostanze stupefacenti (marijuana, hashish, eroina e cocaina) e denunciate 134 persone, 18 delle quali tratte in arresto, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Numerosi controlli hanno interessato anche il rinato traffico di sigarette. Circa 13 tonnellate di tabacchi lavorati esteri di contrabbando sono stati sequestrati e sono state denunciate 95 persone, 46 delle quali finite agli arresti.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©