Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Un vero e proprio bollettimo di guerra quello estivo

Le Montagne fanno 3 vittime in poche ore


Le Montagne fanno 3 vittime in poche ore
12/08/2009, 18:08

Ancora tre vittime della montagna si aggiungono a quello che sembra sempre più un bollettino di guerra, con almeno trenta escursionisti morti in Italia dall'inizio di luglio.
In Valtellina uno svizzero è morto precipitando in un crepaccio al Passo Camerotto in Valmasino. Una milanese di 73 anni è stata invece trovata senza vita in fondo a un canalone nel Luinese, in provincia di Varese. Un tedesco di 54 anni è morto nella zona sopra Merano.
Lo svizzero deceduto in Valtellina è precipitato mentre a 3.000 metri percorreva il sentiero Roma con un amico e una guida. L'elisoccorso di Como ha recuperato il cadavere. L'anziana milanese, morta presso Monteviasco, aveva una baita in zona e sarebbe caduta durante una passeggiata. Il tedesco deceduto in Alto Adige stava percorrendo il sentiero 24 meglio conosciuto come 'Hans Frieden Weg' sull'Alta Via dei Meranesi tra i masi della Muta e malga Leiter ad una quota di circa 1600 metri: l'uomo è scivolato precipitando nel vuoto per circa 150 metri per cause legate, con tutta probabilità, ad un collasso. Nel pomeriggio, a Taceno, in Alta Valsassina (Lecco), si sono svolti i funerali di Angelo Dell'Oro, il 15enne precipitato domenica scorsa in un dirupo in Valvarrone insieme al suo amichetto 13enne Luigi Pasini rimasto gravemente ferito.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©