Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Le promesse, non mantenute, di De Luca -video


.

Le promesse, non mantenute, di De Luca -video
21/03/2018, 14:36

Parole, parole, parole. In campagna elettorale tutto è lecito ma quando si è presidente della Regione Campania, contano i fatti oltre le dichiarazioni.

Negli anni abbiamo sentito diversi proclami riguardare ogni settore.

Abbiamo un programma di stabilizzazione di 2000 lavoratori precari della sanità campana” , “Abbiamo eliminato le barelle dai corridoi dell'Ospedale Cardarelli”, “da qui ad un anno e mezzo o due il nostro obiettivo è quello di avere la balneabilità di tutto il litorale domizio”, “useremo lo stadio Collana per le Universiadi e lo ristruttureremo”. Queste sono solo alcune delle dichiarazioni di Vincenzo De Luca che spesso si rifiuta di parlare e rispondere alle domande dei giornalisti. Così come accaduto all'incontro, rigorosamente a porte chiuse, avvenuto a Napoli della direzione del Pd Campana.  Dopo la disastrosa assemblea provinciale di Ercolano finita in rissa, in direzione regionale il presidente entra direttamente dal garage evitando anche i fotografi.

Si sente accerchiato e abbandonato. Abbandonato dal suo partito e sotto attacco. Un attacco pilotato da “forze oscure che si sono messe in movimento”. Ma la realtà è ben diversa.

Lo dimostrano i fatti e le intercettazioni venute fuori da inchieste giornalistiche. Lo dimostrano le accuse di altri partito che attaccano la sua spesa di 200mila euro per rinnovare il parco di auto blu. Lo dimostra il fallimento dello Stadio Collana, la continua emergenza barelle al Cardarelli. E il parere di chi è stato sindaco come Cacciari che dice: “De Luca per la sinistra è stato una frana, probabilmente senza di lui e Renzi il pd avrebbe ottenuto una percentuale maggiore”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©