Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

All'aeroporto anche il Presidente della Repubblica

Le salme dei soldati uccisi a Farah sono arrivate a Roma


Le salme dei soldati uccisi a Farah sono arrivate a Roma
11/10/2010, 09:10

ROMA - E' arrivato puntuale alle 9 di questa mattina, all'aeroporto militare di Ciampino, l'aereo C-130 Hercules che trasporta le salme dei quattro soldati (Francesco Vannozzi di 26 anni, Marco Pedone di 23anni, Sebastiano Ville di 27 anni e Gianmarco Manca di 32 anni uccisi sabato nella valle del Gullistan, in Afghanistan. Ad attenderli, insieme al picchetto d'onore e a diversi commilitoni, c'era anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Quando le bare sono state trasportate a terra, Napolitano si è soffermato brevemente davanti alle stesse per un breve omaggio; dopo di che è stato intonato il "silenzio".
Ora le bare verranno trasportate all'ospedale del Celio dove verrà tenuta la seconda camera ardente (dopo quella che c'è stata ieri ad Herat). Domani poi ci saranno i funerali solenni nella Basilica di Santa Maria degli Angeli, sempre a Roma. In attesa dei prossimi "eroi caduti nell'adempimento del proprio dovere", come recita una stantia ed ammuffita formula di rito.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©