Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Scappò a piedi e a volto scoperto

Lecce, arrestato il presunto omicida del bodyguard

Rintracciato in una villetta con moglie e figlia

Lecce, arrestato il presunto omicida del bodyguard
10/08/2013, 13:13

LECCE – Arrestato Lorenzo Arseni, di 47 anni, presunto assassino del bodyguard Gianfranco Zuccaro, ucciso da tre pallottole lo scorso 7 luglio, nella piazza principale di San Cesario di Lecce. L'uomo è stato rintracciato dai carabinieri del Reparto operativo di Lecce in una villetta al confine tra le province di Brindisi e Lecce, in località Lendinuso.
L'assassino, accusato di omicidio volontario, ha precedenti penali ed è stato ricercato fin dalle prime ore successive al delitto. Era insieme alla moglie e alla figlia e, quando sono arrivati i carabinieri, non era armato e non ha opposto resistenza.
La vittima coordinava un'agenzia locale di servizi per la sicurezza ed era solito fare colazione in un bar-pasticceria della centrale piazza Garibaldi, a San Cesario di Lecce. La mattina del 7 luglio scorso arrivò lì alle 9 e, dopo aver preso il solito caffè, uscì dal bar e si trovò faccia a faccia con il killer, che era a piedi e a volto scoperto.
Dopo aver parlato velocemente con Arseni, Zuccaro si vide puntare contro una calibro 7.65 e poi il buio. Ferito, tentò di fuggire e di ripararsi dietro un'auto, ma si accasciò dopo pochi metri e morì. Le descrizioni dei testimoni e i filmati delle telecamere di sorveglianza hanno consentito di identificare Lorenzo Arseni, che fuggì a piedi.

Commenta Stampa
di Francesca Galasso
Riproduzione riservata ©