Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si tratta di un rumeno di 38 anni

Lecce: muore detenuto in sciopero della fame da due mesi


Lecce: muore detenuto in sciopero della fame da due mesi
14/05/2012, 11:05

LECCE - Popo Virgil Cristia aveva 38 anni, ed era nato a Bucarest, in Romania. Era in prigione a Lecce, dove doveva scontare una pena detentiva a causa di alcune sentenze - di primo grado ma non appellate e quindi definitive - per reati contro il patrimonio e contro la persona (in termini semplici, furto e rapina).
Ma lui chiedeva la sospensione della pena e ha cominciato a fare lo sciopero della fame, per attirare l'attenzione sul suo caso. Dopo 50 giorni però il suo organismo non ce l'ha fatta e ha ceduto, all'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove era stato ricoverato quando erano cominciati i forti malesseri legati ad uno sciopero della fame così prolungato.
La sua richiesta non è mai stata esaudita, niente sospensione della pena. Ora la magistratura ha deciso di aprire un fascicolo per verificare sulle cause della sua morte; per questo ha sequstrato le cartelle cliniche dell'individuo, presso l'ospedale.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©