Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Lecce: si impicca perchè è in punizione


Lecce: si impicca perchè è in punizione
12/05/2009, 13:05

Una quindicenne si è impiccata in casa, dopo esere stata messa in punizione dai suoi genitori. Tutto è cominciato al momento di scendere di casa per andare alla comunione del fratello. La ragazza si era rifiutata di andare, dicendo ai genitori che preferiva uscire con le amiche. I genitori però non l'avevano accettato, e avevano provato a convincerla, terminando con un "se non vuoi uscire con noi, allora rimani a casa". Vista la determinazione della ragazza, i genitori l'avevano chiusa a casa, portandosi via anche il cellulare, per punizione. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri intervenuti, la ragazza aveva telefonato dal telefono fisso di casa ad alcune amiche, sfogandosi con loro per il trattamento ricevuto, ritenuto ingiusto. Dopo di che non si sa cosa sia successo esattamente, ma i genitori, quando sono tornati verso le 23, hanno trovato la ragazza nella sua stanza, con un lenzuolo fissato alla grata del soffitto e che le stringeva il collo. Immediatamente hanno chiamato una ambulanza, ma gli infermieri intervenuti hanno solo potuto prendere atto dell'avvenuto decesso della ragazza.
Tuttavia si sospetta che il tutto sia stato un incidente. Forse un gesto dimostrativo della ragazza, finito in tragedia. Questo perchè non sembrano esserci motivi per un suicidio, vista la vita normale e apparentemente felice della ragazza. Anche le amiche a cui ha telefonato, interrogate, hannodetto chela ragazza era arrabbiata, ma nulla lasciava presagire l'epilogo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©