Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In manette un ragazzo pregiudicato: era già in carcere

Lecce: un arrestato per la morte dell’operaio del palco della Pausini


Lecce: un arrestato per la morte dell’operaio del palco della Pausini
25/09/2012, 10:58

LECCE - C’è una svolta nell’ambito delle indagini riguardanti la morte di Valentino Spalluto, l’operaio ucciso lo scorso 2 agosto, mentre, in piazza Palio a Lecce, era impegnato a montare il palco dove si sarebbe esibita Laura Pausini. La polizia di Lecce, infatti, ha arrestato il responsabile dell’omicidio, colui che ha sparato il colpo di arma da fuoco costato la vita al giovano Spalluto. Si tratta di un ragazzo della stessa città, pregiudicato, che era già stato arrestato lo scorso 3 agosto, perché fuggito dagli arresti domiciliari. Il giovane si trovava quindi già in carcere quando stamane gli è stata comunicata la nuova accusa. Per arrivare a questo risultato sono state sentite più di 60 persone, grazie alle quali è stata chiarita anche la dinamica dei fatti: secondo quanto accertato dagli inquirenti si sarebbe trattato di uno scambio di persona. Il vero obiettivo del raid non era Spalluto, ma un altro operaio che si trovava a 20 metri di distanza, con cui l’omicida aveva dei conti in sospeso per droga. Spalluto, dunque, sarebbe stato scambiato per un altro operaio. Dopo aver raccolto molte testimonianze, intercettazioni, confronti e appostamenti, sono state individuati tre testimoni oculari che hanno reso dichiarazioni perfettamente coerenti con la dinamica dei fatti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati