Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lega nord contro i gondolieri che cantano canzoni napoletane, l'ira dei Verdi


Lega nord contro i gondolieri che cantano canzoni napoletane, l'ira dei Verdi
06/10/2010, 17:10


NAPOLI - "La protesta dei leghisti veneti - dichiara il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli anche a nome delle associazioni meridionaliste L'Altro Sud e Insieme per la Rinascita - contro i gondolieri veneziani che cantano le canzoni napoletane ci disgusta. Sarebbe utile che il comune di Napoli e la regione chiedessero più rispetto per il nostro territorio e le sue tradizioni. Abbiamo dato mandato ad uno studio legale di verificare se la Regione Campania e la città di Napoli possono vietare in altre zone del paese, per manifeste attività di razzismo e xenofobia, di cantare le nostre canzoni e di suonare la nostra musica previo permesso ed eventuale elargizione di denaro. In questo modo chi vorrà cantare la musica napoletana in Veneto dovrà chiederci il permesso ed eventualmetne pagarci i diritti".
"I leghisti - continua Borrelli - non meritano di ascoltare la nostra musica perchè sono ignoranti e razzisti e se lo vorranno fare dovranno pagare in contanti. Tra poco ci racconteranno pure che 'O Sole Mio è una canzone nata al nord. Già hanno tentato, con il Ministro Maroni, di "rubarci" la mozzarella affermando erroneamente che è stata inventata in padania".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©