Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Messaggio e foto comparsi su di una pagina facebook

Lega Nord Marcheno:"Spariamo ai giudici che non fanno votare"


Lega Nord Marcheno:'Spariamo ai giudici che non fanno votare'
06/03/2010, 09:03

Della serie “è l’opposizione che fomenta l’odio; noi siamo il popolo dell‘amore”. La Lega, famosa per la sua estrema coerenza nell’incoerenza del predicar male e razzolare malissimo, regala un’altra perla d’intelligenza e lungimiranza. Sul profilo facebook della “Lega Nord Marcheno”, infatti, campeggiava orgogliosa la fotografia di un Kalashnikov insanguinato dal titolo eloquente: “Giudice non vuoi farmi votare? E io comincio a sparare…okkio”. Il messaggio, di sicuro grottesco nella sua rozzezza tipica del movimento verde, rappresenta una sintesi perfetta del periodo difficile che sta vivendo il nostro paese. I cialtroni divengono vittime arroganti di fantomatici complotti orditi da altrettanto fantomatici giudici “rossi” e/o “squadristi radicali”.
Nel mondo al contrario dove i mediocri spiccano e chi osa far rispettare la legge merita una mitragliata, la colpa della non ammissione delle liste Pdl nel Lazio e della Lombardia, dunque, non è di chi non è in grado di compilarle tali listi nei tempi previsti ma, come intuibile, di quegli “antidemocratici” che danno troppo peso a disutili “formalità burocratiche”. Le stesse formalità burocratiche, per fare un esempio, alle quali devono sottostare i cittadini che non presentano in tempo la domanda di partecipazione ad un concorso pubblico. Tornando all’idea leghista di fucilare i giudici che hanno deciso di non ammettere le liste elettorali presentate fuori tempo (o compilate in maniera non valida), quest'ultima potrebbe in ogni caso risultare un modo rapido ed efficace per evitare l’ennesima fatica “ad maggioranzam” in cui sta già per prodursi il governo Berlusconi. Niente ddl d’emergenza e problema risolto alla radice. A quel punto altro che democrazia; nel nostro paese ci sarà una forma nuova e mai vista di “anarchia-dittatoriale

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©