Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Legge sul diabete in Campania, il plauso della Commissione Sanità


Legge sul diabete in Campania, il plauso della Commissione Sanità
02/07/2009, 23:07

E’ stata accolta con soddisfazione la legge, appena approvata, che regola l’assistenza alle persone affette da diabete mellito. Un “ottimo lavoro”, per Angelo Giusto (nella foto), presidente della Commissione Regionale della Sanità, per raggiungere livelli più alti nella prevenzione e nella cura del diabete sia in età pediatrica che adulta. “La legge prevede un sistema di assistenza articolato su tre livelli, - ha spiegato Giusto, - attribuisce grande valore ai centri diabetologici regionali e alle associazioni di volontariato operanti nel settore allo scopo di semplificare la vita degli ammalati di questa insidiosa malattia divenuta emergenza sociale”.
Soddisfatta anche il presidente del Consiglio Regionale, Sandra Lonardo, che parla di “un importante passo avanti sul fronte sanitario”, e di “un segnale di attenzione per tante famiglie che devono affrontare enormi problemi anche di ordine psicologico, oltre che economico”. “Il Consiglio regionale stasera ha approvato una legge ampiamente condivisa ed attesa da molto tempo, - ha aggiunto la Lonardo, - il provvedimento tiene particolarmente conto anche dei pazienti in età pediatrica ed esalta significativamente il ruolo delle associazioni di volontariato che operano in questo settore. Con questa legge il Consiglio regionale ha inteso dare una svolta decisiva alle necessarie attività di prevenzione”.
Si associano alla nutrita schiera dei ‘soddisfatti’ anche Antonella Cammardella e Gerardo Rosania, consiglieri del Gruppo regionale de ‘La Sinistra’. “Una legge quadro che organizza il sistema della prevenzione e della cura del diabete mellito in Campania, una legge che va nella direzione del risparmio e del piano di rientro per la spesa sanitaria, - commenta Antonella Cammardella, che è anche vice presidente della Commissione Sanità, - un’approvazione conseguita dopo un iter lungo, intenso e importante, ricco di audizioni. Una legge che ha avuto la condivisione e il plauso di tutti i direttori generali delle A.S.L. e delle aziende ospedaliere, delle associazioni dei diabetici e dei medici e dei Centri di ricerca che si occupano di questa patologia e che dà un ruolo fondamentale anche alle associazioni di volontariato no profit dei diabetici e dei loro familiari”. “L’importanza di questa legge, – conclude la Cammardella, -  è enorme poiché per questa patologia, con dati epidemiologici così alti, non si parla solo dei percorsi di assistenza ma anche di come offrire un accompagnamento per mantenere degli standard decenti di qualità della vita per i soggetti affetti dalla malattia e per i loro familiari”. 

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©