Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Ma ha ancora diversi processi in sospeso

Lele Mora è libero, troppo stressato dalla detenzione


Lele Mora è libero, troppo stressato dalla detenzione
01/08/2012, 15:57

MILANO - Dopo 13 mesi di detenzione. oggi è stata disposta la scarcerazione di Lele Mora dal carcere di Opera. Il giudice ha deciso la scarcerazione dopo una perizia medica che attesta lo stato di forte depressione e di stress psicofisico dell'impresario. In cella avrebbe perso 50 Kg, da quando è stato arrestato il  20 giugno dell'anno scorso. 
Ma le sue vicende giudiziarie non sono finite. Mora è in attesa della sentenza della Corte di Cassazione sulla condanna a 4 anni e 6 mesi per bancarotta fraudolenta; è sotto processo a Milano con l'accusa di sfruttamento della prostituzione anche minorile, insieme a Nicole Minetti ed Emilio Fede (è accusato di aver procurato ragazze per i bunga bunga ad ARcore, tra cui anche Ruby Rubacuori quando era minorenne); è indagato anche con l'accusa di bancarotta fraudolenta nel fallimento della Diana Immobiliare, società intestata alla figlia. 
Intanto i legali di Mora hanno presentato anche la richiesta di affidamento ai servizi sociali (possibilità riservata a chi deve scontare pene inferiori ai 3 anni; avendo scontato già oltre un anno ai domiciliari, anche se la Cassazione confermasse la condanna, Mora dovrebbe scontare comunque meno di 3 anni, ndr); se venisse accettata dal Tribunale di Sorveglianza, Mora andrebbe nella comunità di Don Mazzi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©