Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il 17 novembre la prima udienza del processo a suo carico

Lele Mora: dopo l’ospedale si riaprono le porte del carcere


Lele Mora: dopo l’ospedale si riaprono le porte del carcere
18/10/2011, 11:10

MILANO – Si riaprono le porte del carcere per Lele Mora. Dopo un collasso che lo aveva colpito lo scorso 29 settembre, l’agente dei vip era stato ricoverato in ospedale: proprio qui ha trascorso gli ultimi 20 giorni, ma adesso è stato trasportato nuovamente nella sua cella del carcere di Opera.
Nel momento del malore i pm permisero ai medici personali di Mora di entrare nel carcere per visitare il loro paziente e la diagnosi permise a quest’ultimo di essere trasportato in ospedale, in modo tale da essere tenuto sotto osservazione. Le cartelle mediche sono state poi consegnate ai giudici in modo da poter controllare la situazione sanitaria dell’imputato: accertato il ritorno in buona salute, infatti, gli stessi giudici hanno ordinato che l’uomo fosse ricondotto in carcere.
Nei suoi confronti, ricordiamolo, grava l’accusa di bancarotta fraudolenta che riguarda il crac della “Lm Management” di sua proprietà. Mora è in carcere già dal 20 giugno ed è in attesa della prima udienza che si terrà il 17 novembre con rito immediato. I suoi legali potrebbero però richiedere il rito abbreviato, anche se mancano pochi giorni per avanzare tale richiesta. Improbabile un patteggiamento visto che non c’è nessun accordo tra l’accusa e la difesa.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©