Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’Espresso: “L'antimafia nel letto di Papi”

Una mappatura delle “relazioni pericolose” del premier

L’Espresso: “L'antimafia nel letto di Papi”
21/01/2011, 09:01

Le ospiti di Arcore? Alcune di loro hanno avuto o hanno relazioni con personaggi poco raccomandabili legati ad ambienti camorristici o mafiosi, e ciò potrebbe esporre il premier al rischio di ricatti. A rivelarlo è l'Espresso che, nel numero in edicola, sotto il suggestivo titolo ''L'antimafia nel letto di Papi'' offre una sorta di mappa delle “relazioni pericolose” delle ragazze entrate nelle residenze di Silvio Berlusconi. Eleonora De Vivo, l'ex naufraga dell'''Isola dei Famosi'', ad esempio, è legata a Massimo Grasso, imprenditore di successo ed ex consigliere comunale di Forza Italia, attualmente indagato per associazione a delinquere di stampo camorristico. Ilda Boccassini è titolare di un fascicolo scottante, un filone della grande inchiesta sulle cosche della 'ndrangheta in Lombardia che lo scorso luglio portò in carcere centinaia di persone. Ebbene, secondo quanto risulta all'Espresso, in alcune informative sugli affari delle cosche calabresi viene citato più volte il nome di Lele Mora. E ancora, l'Espresso ricorda che il padre di Noemi Letizia fu indagato per una storia di mazzette intascate per garantire licenze a vari commercianti napoletani. Nel 2008 - continua la carrellata delle frequentazioni “a rischio” - Barbara Montereale, la ragazza immagine portata a Palazzo Grazioli da Giampaolo Tarantini, era legata a Radames Parisi, rampollo della potente dinastia della mafia barese. Infine, scrive il settimanale, ''Perla Genovesi e Nadia Macrì, due amiche ascoltate per mesi dai magistrati di Palermo, incappati in un traffico di cocaina gestito, sembra, da uomini vicini al boss dei boss Matteo Messina Denaro''.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©