Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sulla vicenda sta indagando la Digos

Lettera delle BR e proiettile recapitati alla sede del Giornale

Sallusti: "Lettera in linea col clima attuale"

Lettera delle BR e proiettile recapitati alla sede del Giornale
16/02/2011, 18:02

MILANO - Una lettera scritta al computer, con sopra disegnata a pennarello una stella a cinque punte in un cerchio, firmata "Br-Nucleo Galesi per la costruzione del fronte antimperialista combattente" ed un proiettile calibro 40 Smith & Wesson: questo il contenuto di un plico arrivato questa mattina nella redazione de Il Giornale. La segretaria che ha ricevuto la busta, ha sentito al tatto che c'era qualcosa di sospetto e ha chiamato la Digos senza aprire la busta. E' stata la Questura poi ad avvertire Il Giornale e a comunicare cosa era arrivato per posta.
Nella lettera sono nominati due politici: c'è una frase dove sta scritto "Berlusconi è un perdente"; un'altra "Il più grande Bunga Bunga era stato quello di Dalema (scritto proprio così, ndr) a classe operaia e proletariato".
La DIgos ha iniziato le indagini, per verificare chi possa avere mandato la lettera. Naturalmente a condizione che non sia un bis di quello che successe all'inviato di Genova, che si scrisse una lettera di minacce e denunciò il fatto alla Polizia. Ed ovviamente fu scoperto in pochi giorni che era una falsa denuncia.
Duro il commento del direttore del quotidiano, Alessandro Sallusti: "Una lettera coerente con il clima che si sta creando. Non sono particolarmente stupito. Ogni giorno, anche se non a questi livelli, riceviamo lettere di minacce e di insulti. Un segno di un clima che si sta deteriorando. Il Paese è pieno di mitomani ma in questa lettera il messaggio mi sembra più serio. Ci sono gli indizi di un salto di qualità nella minaccia. Perchè non tutti hanno proiettili in casa e nei messaggi firmano Brigate Rosse".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©