Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'ex parlamentare chiede la restituzione dei 175mila euro

L'ex deputato Milanese trascina Tremonti in Tribunale -video


.

L'ex deputato Milanese trascina Tremonti in Tribunale -video
11/02/2014, 13:11

NAPOLI - Tutto è partito dalle indagini della Procura di Napoli (pm Piscitelli e Woodcock) su presunti favori incrociati all'ombra del ministero dell'Economia, quello retto – all'epoca dei fatti, nel 2009 – da Giulio Tremonti e dal suo fido consigliere, Marco Milanese. Natali irpini, ex ufficiale della Guardia di Finanza, Milanese è stato per anni eletto parlamantare in Campania.

Coinvolto in più inchieste, l'ex «braccio destro» del superministro ha poi lasciato lo scranno a Montecitorio evitando, così, la galera. Agli atti dei fascicoli su di lui, spuntò anche la storia di un appartamento da 200 metri quadrati in via Campo Marzio, a pochi passi dalla Camera, affittato per 8500 euro al mese da Milanese ma usato da Tremonti. Il quale, secondo la ricostruzione del suo ex uomo di fiducia, non avrebbe mai pagato un euro per usufruirne, lasciando l'intero onere del fitto al suo collaboratore.

Che ora ha deciso di correre ai ripari, citando in giudizio l'ex potente ministro del Governo Berlusconi per ottenere la restituzione delle spese sostenute per assicurargli un alloggio di prestigio: circa 175mila euro.

Il procedimento si sta discutendo davanti alla prima sezione civile del Tribunale di Roma. E il fascicolo è contenuto in cassaforte. E chissà che ora non si riesca a stabilire, davvero, chi e perché abbia usato quell'appartamento ristrutturato, con un costo di 250mila euro, da una società che poi – scopriranno i pm – aveva ottenuto importanti appalti da una società controllata proprio dal ministero dell'Economia.

Commenta Stampa
di Simone di Meo
Riproduzione riservata ©