Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

La Corte d'Appello rovescia la sentenza di primo grado

L'ex sindaco di Roma Ignazio Marino condannato a 2 anni


L'ex sindaco di Roma Ignazio Marino condannato a 2 anni
11/01/2018, 17:20

ROMA - La Corte d'Appello di Roma ha condannato l'ex sindaco di Roma Ignazio Marino a 2 anni di reclusione per peculato, per la vicenda degli scontrini. Contrariamente alla sentenza di primo grado, che ha visto invece l'assoluzione di Marino, i giudici di secondo grado hanno ritenuto che quei soldi siano stati utilizzati per motivi non istituzionali, dato che in circa la metà dei 56 casi contestati, la cena pagata con la carta di credito del Comune è avvenuta in giorni festivi o prefestivi. Inoltre, in diversi casi il commensale di Marino era la moglie, cosa che indicherebbe un uso privato dei soldi pubblici. 

Marino era sotto processo anche per truffa, in riferimento a falsi compensi per collaboratori inesistenti della onlus "Immagine", collegata al sindaco. Ma in questo caso i giudici di appello non hacco accoltola richeiesta della Procura generale, che riteneva che Marino fosse consapevole della truffa effettuata, e l'hanno assolto. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©