Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Editoriale shock firmato dal direttore Belpietro

Libero accusa Fini: vuole farsi un attentato da solo


Libero accusa Fini: vuole farsi un attentato da solo
27/12/2010, 14:12

MILANO - Ancora una volta il quotidiano Libero se ne esce con uno strano articolo, a firma addirittura del direttore, Maurizio Belpietro. E' un articolo pieno di precauzioni, con dei "Ho saputo...", "mi hanno detto...", "Boh". Ma in esso si raccontano quelle che vengono spacciate per due voci non confermate, anche se le fonti vengono qualificate dal giornale come molto affidabili. Una delle due voci, riguarda l'ipotesi di un auto-attentato organizzato dal Presidente della Camera Gianfranco Fini ad Andria, durante una visita istituzionale già prevista: 200 mila euro dati ad un manovale del luogo, per colpire Fini con un oggetto contundente e poi dire - dopo l'eventuale arresto - che è stato pagato dagli uomini di Berlusconi. La seconda riguarda una prostituta che sarebbe andata da lui a dire che era stata pagata 1000 euro da Fini per una prestazione sessuale avuta con lui circa un anno fa. Alla fine l'articolo si conclude con un "Non sappiamo però se sia vero o meno...".
La Procura di Trani ha avviato una inchiesta, per verificare se nella vicenda dell'auto-attentato di Andria ci sia qualcosa di vero. Ma al di là di questo, c'è una strana similitudine: come mai queste accuse rivolte a Fini coincidono perfettamente con la vicenda Tartaglia (il duomo lanciato in faccia a Berlusconi lo scorso 13 dicembre, che poi si è capito che non c'è stato duomo nè ferite sul volto del premier) e con le accuse che da 18 mesi Berlusconi lancia alla sinistra ogni volta che viene sorpreso con una nuova prostituta a Palazzo Grazioli? E' solo una coincidenza?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©