Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Libertà di stampa nel mondo: l'Italia scende al 49esimo posto


Libertà di stampa nel mondo: l'Italia scende al 49esimo posto
20/10/2009, 14:10

L'associazione Reporters sans frontieres ha stilato, come tutti gli anni, la classifica della libertà di stampa nei vari Paesi del mondo. Come sempre, in testa ci sono i Paesi scandinavi: Danimarca e Finlandia, seguiti dall'Irlanda. Bel balzo in avanti per gli USA, saliti dal 40esimo al 20esimo posto. Invece crollano i territori occupati da Israele al 150esimo posto e l'Iran 73esima. E l'Italia? Scende ancora. Nel 2007 eravamo 35esimi, nel 2008 44esimi e nel 2009 49esimi.
Jean Francois Julliard, presidente dell'associazione ha commentato le pessime posizioni di Francia (43esima) e Italia: "Inquietante constatare come, anno dopo anno, importanti democrazie europee come queste tre citate perdano progressivamente posizioni. L'Europa dovrebbe essere d'esempio sul fronte delle libertà pubbliche. Come possiamo denunciare le varie violazioni nel mondo se non siamo irreprensibili noi stessi in prima persona?"
E con questa classifica, abbiamo la risposta a tutti coloro che dicono che in Italia c'è libertà di stampa. O anche loro fanno le loro classifiche sulla base di quello che gli dice Repubblica, come hanno a dichiarare continuamente gli esponenti del PdL, quando gli si fa notare che lo strapotere mediatico del premier soffoca la libera voce dell'informazione?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©