Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nessuno è ferito, i pescatori stanno tornando a casa

Libia: motovedette mitragliano peschereccio italiano


Libia: motovedette mitragliano peschereccio italiano
13/09/2010, 11:09

GOLFO DELLA SIRTE (LIBIA) - Ancora un attacco delle navi militari della Libia contro i pescherecci italiani nel golfo della Sirte. L'Ariete stava gettando le reti, quando è stato fatto oggetto di numerosi colpi di arma da fuoco, alcuni dei quali hanno perforato le pareti dell'imbarcazione. Per fortuna è stato evitato l'abbordaggio e il peschereccio ha preso subito la strada di casa. Secondo quanto hanno comunicato i pescatori, nessuno è rimasto ferito, ed anche i danni all'imbarcazione sono minimi.
In questo caso rieplode il problema del Golfo della Sirte. Se si guarda la cartina, si vede come "rompa" la continuità della costa libica con una forte rientranza. La legge internazionale garantisce le 12 miglia di acque nazionali a partire dalla costa, ma la Libia sin dagli anni '70 pretende di considerare acque nazionali l'intero golfo, che arriva ad una cinquantina di miglia dalle coste libiche. E quando i pescherecci italiani vanno a pescare nelle acque internazionali del golfo della Sirte, spesso vengono attaccati dalle motovedette libiche. Negli anni '80 a contrastare questi giochetti c'erano le portaerei americane, che andavano a provocare i libici, andando a piazzarsi nel bel mezzo del golfo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©