Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

"Ho ridotto da cinque a due gli infermieri di notte

Licenziato dall'Asl Na 1 per aver risparmiato


.

Licenziato dall'Asl Na 1 per aver risparmiato
02/09/2009, 16:09

E’ stato licenziato perché tagliava i fondi, con questa accusa l’ Asl 1 ha messo alla porta Forziati, in servizio al Gesù Maria.
Conferenza stampa dell’Onorevole Marcello Taglialatela per illustrare il possibile rientro dello psichiatra della Asl Napoli 1 licenziato in quanto aveva tagliato i turni degli straordinari agli infermieri. Domenico Forziati, 55 anni, di origini cilentane lavorava come psichiatra nell' ospedale Gesù Maria dove da sei anni era primario dell' Unità operativa di Salute mentale del distretto sanitario 51. 
 «Ho ridotto da cinque a due gli infermieri di notte. In questo modo ho recuperato 36 ore di lavoro, azzerando lo straordinario». E aggiunge che in sei anni, combattendo gli sprechi, ha fatto risparmiare all' Asl ben 2 milioni 500 mila euro di ricoveri in cliniche private. Non è solo questione di spesa, chiarisce Forziati. «C' è anche un problema di assistenza. A che servono gli infermieri di notte, se mancano sia i pazienti che i medici?». Forziati poi sospira con aria serena nonostante il guaio che gli è capitato: «Si sa che i turni notturni sono considerati usuranti e pagati di più, e chi è impegnato di notte non lavora per le tre mattine successive. Evidentemente mi sono scontrato con interessi più grandi di me». Il neo-disoccupato poi conclude: «La cosa scandalosa è che questa organizzazione dell' assistenza prescinde dagli interessi dei malati ed è ritagliata su opportunismi di bottega di altri». Tanti i messaggi di solidarietà ricevuti dai colleghi.
 

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©