Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Tragico epilogo nel Napoletano. Omicida rischia linciaggio

Licola, 29enne litiga con la moglie e uccide vicino di casa

La vittima 22enne ferita mortalmente con una coltellata

.

Licola, 29enne litiga con la moglie e uccide vicino di casa
27/12/2010, 16:12

GIUGLIANO - Un litigio nato per futili motivi, forse una parola di troppo, e la situazione è degenerata fino all'irreparabile. Antonio Chiaro, 22 anni, è stato ferito mortalmente la notte scorsa a Licola. L'omicida è Giovanni Riccio, 29 anni, pluripregiudicato.
I carabinieri della stazione di Varcaturo, intorno alle 23, sono intervenuti in via Licola Mare, notando un folto gruppo di persone. Accertando cosa fosse successo, hanno scoperto che, poco prima, un ragazzo era stato accoltellato. Il colpevole è stato stanato poco dopo. Si era barricato in casa, proprio davanti al luogo della tragedia. Era ancora sporco di sangue, i militari sono riusciti con difficoltà a sottrarlo al linciaggio.
Nel corso delle successive verifiche è stato appurato che Riccio stava litigando animatamente con la moglie nel cortile della propria abitazione quando Chiaro e la fidanzata si sono fermati in strada. La presenza dei due ragazzi ha disturbato i coniugi, che hanno intimato loro di andarsene. A questo punto è scoppiato un violento litigio tra i due uomini. Il 29enne ha afferrato un coltello da cucina, 22 centimetri di lama, e si è scagliato contro il giovane. Una sola coltellata, diritta al petto, che non ha lasciato scampo alla vittima. Una ferita da punta all'emitorace sinistro con sospetta lesione cardiaca e sospetta ferita al miocardio, confermeranno successivamente i carabinieri.
Chiaro è stato trasportato d'urgenza all'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, successivamente è stato trasferito all'ospedale Monaldi di Napoli in condizioni disperate. Tutto inutile: il ragazzo si è spento alle 2.00 circa.

L'arma del delitto è stata rinvenuta e sequestrata a casa dell'omicida. Il 29enne, dopo le formalità di rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Poggioreale, arrestato per omicidio aggravato e per porto abusivo di arma bianca.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©