Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’identikit psicologico delle coppie criminali attraverso lo studio e l’analisi della scrittura


L’identikit psicologico delle coppie criminali attraverso lo studio e l’analisi della scrittura
24/11/2010, 14:11


NAPOLI - ‘L’ausilio della Criminologia grafologica nelle indagini giudiziarie. Coppie criminali: Erica e Omar, Olindo e Rosa’. Questo il titolo del seminario - promosso dal Formed di Caserta in collaborazione con l’Università degli Studi Parthenope di Napoli – che si svolgerà venerdì 26 novembre a partire dalle ore 15.30 presso l’Aula Magna di piazza Giordano Bruno a Nola. Un incontro imperdibile che farà da apripista al corso di Grafologia forense in programma a partire da gennaio a Caserta. Al seminario, gratuito e aperto a tutti, interverranno tra gli altri la Dott.ssa Marisa Aloia, psicologa e psicoterapeuta, nonché esperta di grafologia forense e docente di scienze medico-legali all’Università di Siena e i professori di diritto penale e diritto processuale penale dell’Università Pathenope, Alberto De Vita e Carla Pansini. ‘Nel corso del seminario – spiega Vittoria Ponzetta, direttore del Formed – tenteremo di tracciare l’identikit psicologico delle coppie criminali (nello specifico si parlerà del delitto di Novi Ligure e della strage di Erba) attraverso l’analisi della loro scrittura e lo studio dei diversi casi di cronaca’. Una figura – quella del grafologo – sempre più ricercata anche grazie al recente riconoscimento professionale ottenuto dal Governo. Questa disciplina scientifica trova infatti ampia possibilità di impiego non soltanto nei settori prettamente criminologici e peritali ma anche in ambito scolastico (dove viene utilizzata sia per l’orientamento dei ragazzi nella scelta del percorso di studi, sia per una migliore e tempestiva comprensione delle difficoltà vissute dall’adolescente che, qualora trascurate, potrebbero sfociare in problematiche più gravi), in ambiente medico (in particolare per il recupero di pazienti affetti da forme di dipendenza) e soprattutto dalle aziende, durante la fase delle assunzioni, per valutare l’idoneità del candidato. ‘Quello promosso dal Formed - spiega Vittoria Ponzetta – è un corso di perfezionamento della durata di 140 ore (132 ore di lezioni frontali e 8 ore di laboratorio), tenuto dai massimi esperti del settore, che garantisce una formazione completa in materia di perizie e consulenze tecniche che si possono eseguire nell’ambito del sistema giudiziario. Il corso, rivolto principalmente a avvocati, criminologi, psicologi e psicoterapeuti, assistenti sociali, docenti, rappresentanti delle Forze dell’ordine ma anche laureati e laureandi in Sociologia, Scienze dell’Educazione, Medicina e Chirurgia, ha lo scopo di colmare il deficit di qualificazione tuttora esistente negli atenei. Allo stato non esiste infatti un corso universitario in grado di supportare le richieste professionali, sempre più specifiche, che provengono in primis da magistrati e avvocati. Non a caso quella del grafologo è una delle figure professionali più ambite e più ricercate dal mercato del lavoro e probabilmente anche una di quelle meglio retribuite’. Al termine delle lezioni e della prova d’esame verrà rilasciata la Certificazione del Corso con la quale, grazie ad un esame integrativo presso la Camera di Commercio, ci si potrà iscrivere all’Albo dei Consulenti tecnici dei tribunali. Saranno riconosciuti inoltre 9 crediti formativi spendibili in ambito universitario e nel mondo del lavoro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©