Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Circa 1.300 persone evacuate nei paesi già alluvionati

Liguria, torna l’incubo piogge. Allerta 2 fino a domenica

Scuole chiuse. Resta fermo a 10 il bilancio dei morti

Liguria, torna l’incubo piogge. Allerta 2 fino a domenica
04/11/2011, 09:11

LA SPEZIA – Così come erano state preannunciate le nuove piogge sono arrivate, con tanto di preoccupazione per i paesi della Liguria già messi in ginocchio dalla precedente alluvione. Lo stato di allerta, pari ad un livello 2, è stato confermato fino alle ore 12 di domenica e questo nonostante per il momento la situazione sia sotto controllo. Le previsioni meteo, infatti, segnalano un netto peggioramento proprio per oggi.
È una vera e propria lotta contro il tempo quella che si sta giocando nelle zone alluvionate dello spezzino, dove già dai giorni scorsi si lavora duramente per rinforzare gli argini dei fiumi e liberare da fango e detriti gli alvei dei torrenti, in vista dell’arrivo di questa nuova ondata di maltempo. Sono tra 1.200 e 1.300 le persone evacuate: quelle che hanno già dovuto lasciare le proprie abitazioni nei comuni della Val di Vara, della Val di Magra e delle Cinque Terre, località maggiormente esposte al rischio di frane ed esondazioni. Ma non è da escludere che questa cifra possa aumentare: infatti ai più la Protezione Civile ha dato l’ordine di abbandonare i piani bassi delle case, mentre per altri c’è l’obbligo di non uscire di casa fino a comunicazione contraria.
Misure di sicurezza sono state adottate anche per quanto riguarda la viabilità, con l’autostrada A12 costantemente monitorata e molte strade della Val di Vara e Cinque Terre chiuse al traffico e aperte solo ai mezzi di soccorso, mentre la metà delle scuole della Provincia resterà chiusa almeno fino a lunedì. Resta intanto fermo a dieci il bilancio delle vittime del maltempo tra Liguria e Toscana, mentre mancano all’appello ancora tre persone a Vernazza.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©