Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'ILLUSIONE DI PIANURA


L'ILLUSIONE DI PIANURA
08/01/2008, 09:01

Ieri per un attimo i cittadini di Pianura credevano di avercela fatta, di essere “liberi” dal pericolo discarica, perché non credono più alle promesse istituzionali, ritengono che se quella discarica verrà aperta non verrà più chiusa, quando hanno visto andar via le forze dell’ordine si erano rilassati. Un gesto però che al momento della verità, quando ci si è resi conto che niente era cambiato e che la discarica era ancora lì, ha fatto innervosire i manifestanti ancora di più. Contestate, discusse, anche a Porta a Porta ieri sera con Bassolino e Pecoraro Scanio, le scelte che hanno portato a tale decisione e così molti vogliono specificare e spiegare ciò che è accaduto. Da ciò che si legge in una nota si evince che in merito alla diffusione, nel corso delle ultime ore, di notizie riguardanti la discarica di Pianura si precisa che le forze dell’ordine, nel pomeriggio di oggi, hanno lasciato la postazione di controllo all’ingresso dell’area di contrada Pisani per procedere a un dispiegamento in aree circostanti dove si era resa necessaria la loro presenza. All’interno della zona resta operativo un presidio di polizia con il compito di sorvegliare l’area e i mezzi dell’azienda che deve procedere ai lavori di costruzione del sito.
Si precisa, altresì, che resta ferma la scelta di contrada Pisani quale area destinata alla realizzazione di una nuova discarica. L’interruzione dei lavori nel corso delle ultime 24 ore è stata resa necessaria dalle avverse condizioni metereologiche e non da impedimenti di carattere tecnico. Non sussistono, infatti, indicazioni contrarie alla realizzazione della discarica che, si sottolinea, dovrà essere realizzata nel più breve tempo possibile e messa al servizio delle esigenze della città di Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©