Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La moda arriva dagli Usa: chirurgo estetico prematrimoniale

Lista nozze addio, prima del "sì" serve solo il ritocchino


Lista nozze addio, prima del 'sì' serve solo il ritocchino
14/09/2010, 16:09

NAPOLI – C’era una volta la lista nozze. Quella stupenda invenzione moderna grazie alla quale i giovani sposi ricevevano piatti e bicchieri,pentole e posate, cornici (inutili) e vasi cinesi (ancor più inutili). C’era una volta, appunto. Adesso il vento è cambiato, tutti hanno tutto, nemmeno le coppie più naif apprezzano i regali intelligenti. La nuova tendenza per il lieto evento è, invece, il chirurgo estetico. Proprio così: a quanto pare, le promesse spose agognano il “wedding urgery”, come si dice in America, ossia il “ritocchino” prematrimoniale. Un’alzatina qui, un riempimento lì, in modo da arrivare all’altare in forma smagliante. Da sole? Spesso no. Ad amare la pratica estetica è anche lui, il futuro marito, che non disdegna una ripassata a bicipiti e affini. "Oggi spesso si rinuncia alla villa lussuosa o al viaggio oltreoceano ma non ad apparire perfetti il giorno del matrimonio” – spiega il direttore dell’Unità di Chirurgia Plastica dell’Ospedale pellegrini di Napoli, Alfredo Borriello – “Uno dei motivi che ha portato alla nascita di certe tendenze è il fatto che si tende a sposarsi sempre più tardi e quindi quando non si ha più la freschezza dei vent'anni, ciò comporta il desiderio di ritoccarsi”.
E se le coppie ringiovaniscono “in tandem”, nemmeno gli invitati stanno a guardare: in aumento anche il numero di suocere che si sottopongono all’intervento chirurgico. Del resto, come dar loro torto: non potranno certo sfigurare davanti ad una nuora “di plastica”!

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©