Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'Italia dei Diritti lancia l'allarme droga a Parma


L'Italia dei Diritti lancia l'allarme droga a Parma
12/12/2009, 09:12


PARMA - "Purtroppo nella città di Parma c'è un grandissimo traffico di droga, specie in alcune aree più sensibili come quelle intorno alla stazione, nella zona Parco Ferrari in prossimità dello stadio e nel quartiere degradato di via Palermo, divenuto un vero e proprio ghetto per tossicodipendenti. Sono numerosi e frequenti gli arresti per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. E il fenomeno, sempre più diffuso, si sta allargando fino ad interessare anche le scuole". Parte così la denuncia del viceresponsabile per la provincia di Parma dell'Italia dei Diritti, Paolo Leporati, relativa alla preoccupante proliferazione nel territorio di spacciatori e consumatori di droghe pesanti, soprattutto cocaina. Proprio in questi giorni si sono susseguiti diversi episodi di arresti operati dalla Guardia di Finanza nei confronti di giovani corrieri extracomunitari sorpresi con ingenti quantitativi di sostanze illegali.

Il rappresentante locale del movimento che ha in Antonello De Pierro il suo presidente ritiene che: "Di fronte a questo problema gravissimo serve un maggior controllo del territorio. Le forze dell'ordine si stanno impegnando moltissimo e a loro va il mio plauso, il presidio dei carabinieri nelle zone più esposte è notevole. Ma purtroppo non sempre è sufficiente. Sono necessari più uomini. C'è anche un'iniziativa del Comune volta ad inserire carabinieri in pensione nel piano per la sicurezza cittadina. Non so quanto possa essere efficace questa proposta, ma reputo importante il fatto che le istituzioni si stiano muovendo per debellare questa piaga sociale. È giunto il momento di fare qualcosa di concreto".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©