Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dossier contro la Hospira di Liscate (Milano)

L'Italia fornitrice di farmaci per le esecuzioni negli Usa


L'Italia fornitrice di farmaci per le esecuzioni negli Usa
02/12/2010, 11:12

ROMA - Si rafforzano le denunce da parte delle Ong "Nessuno tocchi Caino" e dell'inglese "Reprieve"contro la succursale italiana della società Hospira, rea di fornire agli Usa un farmaco indispensabile per le esecuzioni. Si tratta del Sodio Tiopenthal (noto anche come Pentotal), un potente anestetico che viene utilizzato per sedare i condannati prima dell'arrivo in vena del veleno; oppure - in Ohio e a Washintong - utilizzato in dosi superiori per uccidere direttamente. E così le due Ong hanno presentato un dossier, intitolato "Commercio Letale" in cui ci sono numerose prove su questo fatto. Si spiega per esempio che prima il farmaco veniva fatto in uno stabilimento nel Kentucky, ma che poi si è deciso di trasferire la produzione in Italia dove il livello qualitativo è superiore. Ci sono i carteggi dei carceri che chiedono la fornitura di Pentotal e la Hospira che risponde di non poter provvedere prima di gennaio 2011, in quanto è stato scelto un nuovo fornitore delle materie prime in Germania e quindi c'è qualche ritardo.
Inoltre ci sono le prove delle richieste fatte da diversi Stati: il Kentucky, il Tennessee, la California, ecc. E che si tratti dell'uso per le esecuzioni, è dimostrato da un dato estremamente semplice: ormai il Pentotal non si usa da nessuna parte. Negli ospedali statunitensi si preferisce il Propofol (il farmaco che ha causato la morte di Micheal Jackson, ndr) come anestetico, di effetto praticamente equivalente ma con meno controindicazioni. L'unico settore in cui viene usato è quello.
Ed è un paradosso non da poco, che il farmaco usato per le esecuzioni sia prodotto in un Paese che da sempre è in prima fila, per le moratorie contro la pena di morte

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©