Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'ITALIA SEMPRE PIU' INDIETRO NELLA LIBERTA' DI STAMPA


L'ITALIA SEMPRE PIU' INDIETRO NELLA LIBERTA' DI STAMPA
23/10/2008, 12:10

Ogni anno, l'organizzazione Reporter sans frontieres fa un elenco dei Paesi mondiali in riferimento alla libertà di stampa presente in ognuno. In quella di quest'anno, possiamo notare che molti dei Paesi europei si collocano ai primi posti: Islanda, Finlandia, Estonia, Norvegia, Lussemburgo e così via. Tra le nazioni extraeuropee, la migliore è la Nuova Zelanda, al terzo posto. E l'Italia? L'Italia è abbastanza giù, 44esima in classifica (era 35esima l'ano scorso) e una delle ultime in Europa. Peggio di noi solo alcuni Paesi dell'Est come Polonia e Bulgaria. Anche gli Stati Uniti sono piuttosto giù in classifica, al 36esimo posto: ennesima dimostrazione che in quel Paese si parla di libertà ma quella effettiva non è poi tanta. Ma la cosa tragica è che davanti a noi ci sono Paesi che non brillano certo per una tradizione di libertà, come la Giamaica (21esimo posto). In fondo alla classifica paesi come Etiopia (ultima), Cina, Iran e Cuba

Inutile spiegare come mai siamo così in basso ed in decrescita continua in questa classifica. Chi ancora non ha capito che c'è un padrone dell'informazione in Italia, che controlla tutti i mass-media che contano, è destinato a non capirlo mai, ma a subirne le conseguenze - se è fortunato - senza neanche accorgersene.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©