Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lite per auto sfocia in tentato omicidio, un arresto


Lite per auto sfocia in tentato omicidio, un arresto
28/10/2009, 10:10


AFRAGOLA - Nella tarda mattinata di ieri gli Agenti del Commissariato P.S. Afragola hanno arrestato Salvatore Colucci, 47 anni di Afragola per i reati di tentato omicidio, detenzione e porto abusivo di arma clandestina e ricettazione.
I fatti si sono svolti in Via Catania all’altezza del civico 22. Tutto ha avuto inizio quando un vicino ha avuto difficoltà a transitare con la propria auto a causa di quella del Colucci mal parcheggiata. Conoscendo la famiglia Colucci, l’uomo in difficoltà si è recato presso la loro abitazione dove la moglie dell’arrestato gli ha dato le chiavi per spostare l’autovettura. Al momento di inserirle nella serratura dello sportello ha però scoperto che le chiavi non erano di quella macchina e quindi ha pensato bene di provvedere da solo a spostarla mediante l’utilizzo di un crick A questo punto è sopraggiunto il proprietario dell’autovettura che ha aggredito verbalmente l’uomo che tentava di spostarla chiedendo spiegazioni sul perché di un simile agire. La discussione è degenerata con il sopraggiungere del figlio dell’uomo che voleva spostare l’autovettura con il crick e non è sfociata in vera e propria rissa solo grazie all’intervento del vicinato. Colucci a questo punto si è allontanato per poi tornare dopo pochi attimi armato di una pistola e minacciando chiunque incontrava ha esploso un colpo a braccio teso nei confronti del rivale. Quest’ultimo per sfuggire all’aggressione si è quindi rifugiato nel suo appartamento da dove la moglie nel frattempo aveva avvisato la Polizia.
Appena giunti sul posto i poliziotti hanno rintracciato Salvatore Colucci presso la sua abitazione e lo hanno immediatamente tratto in arresto.
Dai successivi accertamenti è emerso che l’arma utilizzata dal Colucci era detenuta abusivamente ed aveva inoltre la matricola abrasa.  Colucci è stato pertanto associato alla Casa Circondariale di Poggioreale a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©