Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'uomo è un livornese, la vittima un extracomunitario

Livorno: "caporale" getta lavoratore in mare per sfuggire ai controlli


Livorno: 'caporale' getta lavoratore in mare per sfuggire ai controlli
05/12/2017, 11:19

LIVORNO - Aveva gettato in mare dal suo peschereccio un extracomunitario, assunto irregolarmente, per evitare che la guardia costiera verificasse le irregolarità. Per questo un livornese, proprietario di un peschereccio della marineria della città toscana, è stato arrestato su mandato del Gip. Le accuse sono di caporalato e di lesioni, per aver buttato a mare l'extracomunitario. 

Si tratta di uno dei primi casi di caporalato in mare scoperti dalle autorità italiane. Solitamente infatti questo reato avviene sulla terraferma e nel settore agricolo. Qui la cronaca ci dice che si tratta di casi che vengono scoperti frequentemente. Ma non era ancora capitato di trovare il caporalato nel settore della pesca. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©