Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Presidente della Toscana protesta con la Gelmini

Livorno: ispettore scolastico tentenna su bandiere rosse vicino alla scuola


Livorno: ispettore scolastico tentenna su bandiere rosse vicino alla scuola
18/10/2010, 17:10

LIVORNO - Con velocità da primato, il Ministro della Pubblica Istruzione, Maria Stella Gelmini ha inviato un ispettore, per verificare la vicenda delle bandiere comuniste sul retro di una scuola elementare di Livorno. Ma le prime dichiarazioni di Paola Biagioni sono state interlocutorie: "Non posso esprimere valutazioni, non solo perché la mia relazione deve essere trasmessa prima all'amministrazione che eventualmente deciderà se comunicare qualcosa e poi perché è prematuro. Questa è la mia prima visita, ho cercato di vedere il funzionamento della scuola, poi si potranno fare eventualmente altre valutazioni".
Sulla vicenda interviene anche il Presidente della Regione Toscana, Enzo Rossi, sul suo profilo di Facebook: "Quel muro, non visibile da chi entra o frequenta la scuola, è quanto resta dell'ex teatro San Marco dove nel 1921 nacque il Pci. E' un pezzo di storia italiana come ricorda anche la targa appesa, piaccia o non piaccia alla Gelmini, e non certo qualcosa di analogo a quello accaduto alla scuola di Adro, dove la Gelmini non ha mandato nessun ispettore. Veramente imbarazzante poi la nota che il ministro ha diramato ieri su questo caso: 'La scuola è un'istituzione pubblica che deve garantire a tutti un'educazione imparziale e autonoma rispetto a qualsiasi orientamento politico'. Sono pienamente d'accordo, ma allora il ministro deve rivedere certi finanziamenti: a partire da quello di 800mila euro per l'ampliamento e la ristrutturazione della scuola 'Bosina srl' di Varese, mentre ovunque si sono fatti pesanti tagli. La Bosina srl è un istituto privato, parificato, fondato e diretto dalla signora Manuela Marrone. La moglie di Umberto Bossi".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©