Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Nei due processi che la riguardano non è mai stata sentita

Lo staff di Ruby organizza manifestazione anti giudici


Lo staff di Ruby organizza manifestazione anti giudici
03/04/2013, 11:05

MILANO - Giovedì, mentre nel Tribunale di Milano si svolgerà una nuova udienza del processo che vede imputati Lele Mora, Nicole Minetti ed Emilio Fede, all'esterno dell'edificio potrebbe svolgersi una manifestazione di protesta organizzata da Ruby Rubacuori, al secolo Karima El Marough. Infatti, come ha riferito lei stessa ad alcuni giornalisti, è stufa di essere considerata come una prostituta e vuole poter dire la suya davanti ai giudici. Cosa che finora non le è stata concessa: era stata iscritta nelle liste testimoniali sia di questo processo sia di quello che vede Silvio Berlusconi imputato di prostituzione minorile e concussione; ma in entrambi i casi è stata depennata su richiesta sia dei Pm che delle difese. Una situazione che la ventenne marocchina non sopporta più, motivo per cui intende chiedere di essere sentita comunque. Cosa che non è possibile nel processo di Berlusconi, ormai alle fasi finali, ma possibile nell'altro, dove i giudici possono chiamarla, nel caso in cui ritengano la sua testimonianza assolutamente necessaria. Ma lo è veramente? Il problema è che Ruby non ha alcuna credibilità: davanti ai Pm di Milano ha detto tutto e il suo contrario; nelle varie interviste rilasciate a Tv e giornali ha aggiunto cose per lo più false. Che senso avrebbe chiamarla? 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©