Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Marina Berlusconi insiste: "Abbiamo subito un esproprio"

Lodo Mondadori: la Fininvest fa ricorso in Cassazione


Lodo Mondadori: la Fininvest fa ricorso in Cassazione
02/11/2011, 12:11

MILANO - La Fininvest ha notificato alla Cir di Carlo De Benedetti il ricorso in Cassazione contro la sentenza del Tribunale civile d'Appello che a luglio aveva condannato il Biscione a pagare 564 milioni come risarcimento per la corruzione del Collegio che nel 1991 assegnò Mondadori a Berlusconi e non all'ingegnere che ne aveva diritto.
La comunicazione alla stampa è stata accompagnata da una nota polemica della presidentessa Mondadori, Marina Berlusconi: "Il ricorso messo a punto dai nostri legali evidenzia come la Corte d'Appello di Milano abbia confezionato, per condannarci, un vero e proprio diritto su misura al fine di superare ostacoli giuridici altrimenti insuperabili. Confidiamo che in Cassazione venga finalmente riconosciuta l'assoluta correttezza del nostro operato così come la totale infondatezza di quello che è e resta un esproprio scandaloso ai nostri danni".
In realtà, è bene ricordare i termini della questione: che la Fininvest debba risarcire la Cir è già stato stabilito dal 2005, c'è una sentenza della Corte di Cassazione penale che lo dice. Una sentenza che spiega come Cesare Previti corruppe il giudice Metta usando soldi della Fininvest e nell'interesse dell'allora presidente della Fininvest, Silvio Berlusconi. Il processo civile serve solo a quantificare il danno a quanto ammonta. Se consideriamo che nel 1992 De Benedetti sborsò 330 miliardi per riavere indietro dalla Mondadori Repubblica, L'Espresso e alcune testate giornalistiche locali, si capirà come un risarcimento di 560 milioni è un vero e proprio regalo per la famiglia Berlusconi, che dovrebbe pagare almeno il doppio

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©