Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

Loic Remy, centravanti del QPR arrestato con l’accusa di stupro di gruppo


Loic Remy, centravanti del QPR arrestato con l’accusa di stupro di gruppo
16/05/2013, 20:17

Loic Remy, il centravanti francese del Queens Park Rangers, arrestato con l’accusa di violenza sessuale. Con lui fermati, e tenuti in custodia presso una stazione di polizia di Londra, il cugino e un amico, 23 e 22 anni la loro età , quindi entrambi più giovani del calciatore che di anni ne ha 26.  A sporgere denuncia contro i tre la stessa vittima dell’abuso, una donna di trentaquattro anni,  che il 6 maggio scorso, dopo essere stata drogata,  sarebbe stata  violentata nella casa del calciatore  a West London. Bocche cucite,  per il momento,  quelle dei dirigenti del QPR, che prima di rilasciare dichiarazioni aspettano di vederci chiaro. Una prudenza, d’altra parte comprensibile, per non moltiplicare gli effetti negativi di un episodio di per sé già gravissimo.  Se i fatti denunciati rispondessero a verità sarebbe un duro colpo per il QPR, che per accaparrarsi l’attaccante dal Marsiglia ha sborsato appena l’estate scorsa la bella cifra di 10.5 milioni di euro, soldi che oggi nessuno nel mercato calcistico investirebbe per un calciatore su cui pendono accuse così gravi. Ma quello che maggiormente disturba e crea malessere è che simili notizie provengono dall’ambiente dello sport che dovrebbe essere modello di disciplina e lealtà. 

Commenta Stampa
di Christian Gemei
Riproduzione riservata ©