Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’ombra della camorra sul voto delle comunali


.

L’ombra della camorra sul voto delle comunali
17/02/2011, 14:02

Napoli - Un solo voto al mercato preelettorale può valere fino a cinquanta euro, ma la camorra, invece, punta più in alto. Essa conta su migliaia di voti che valgono molto di più: consentono di decidere posti da consigliere comunale, ed incidere sull’elezione del sindaco,.

Perciò i clan di Secondigliano hanno già messo in moto la macchina organizzativa: vengono «richiamati» i napoletani che si sono trasferiti al Nord. Il tempo necessario per chiedere, e ottenere, il cambio di residenza e l’iscrizione alle liste elettorali.

Stavolta, però, con largo anticipo sulla scadenza elettorale è stata aperta una indagine sul fenomeno della «migrazione elettorale» dal parte del corpo di polizia municipale comandata da Luigi Semente.

Gli agenti della stazione di polizia municipale di secondigliao fanno sapere che D’improvviso migliaia di persone si trasferiscono a Secondigliano nei mesi che precedono l’apertura dei seggi; altrettanto misteriosamente quelle stesse persone lasciano la zona nei giorni successivi alle elezioni».

Già da un mese è al lavoro una squadra di vigili, coordinata in prima persona dal responsabile della sezione, il tenente Ciro Colimoro. Il primo passo è stata la creazione di una database delle richieste di cambio di residenza per stabilire qual è la media «standard» e valutare l’inevitabile impennata preelettorale.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©