Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Depositate le 427 pagine delle motivazioni

"L'omicidio Meredith legato allo stupro di Guedè"


'L'omicidio Meredith legato allo stupro di Guedè'
04/03/2010, 14:03

PERUGIA - Sono state depositate le motivazioni che spiegano il perchè delle condanne di Raffaele Sollecito (condannato a 25 anni di reclusione) e Amanda Knox (26 anni) in merito all'omicidio di Meredith Karchner. 427 pagine, nelle quali si esaminano i due aspetti della vicenda. In particolare, la Corte d'Assise di Perugia ha detto che l'omicidio "è stato fatto senza alcuna programmazione, senza alcuna animosità o sentimento rancoroso". E poi aggiunge: "Il movente di natura erotica sessuale violento che, originatosi dalla scelta del male operata da Rudi, trovò la collaborazione attiva di Amanda e Raffaele. Il quadro emerso comporta come esito necessario e  strettamente consequenziale l'attribuzione dei fatti reato ipotizzati ad entrambi gli imputati".
Per quanto riguarda la Knox, alla condanna per l'omicidio c'è da aggiungere un anno di più per la calunnia di Patrick Diya Lumumba, cantante congolese che inizialmente fu arrestato proprio per le dichiarazioni della ragazza americana. In questo caso, dice la Corte, la Knox "accusò liberamente Patrick Diya Lumumba di avere ucciso Meredith e l'accusò nella consapevolezza dell'innocenza dello stesso Lumumba. Lo scopo era di indirizzare gli inquirenti per una pista sbagliata, lontana da quella che avrebbe potuto portare all'accertamento della responsabilità propria e del suo fidanzato. Un comportamento e una scelta, quindi, meramente difensivi: Amanda aveva buoni rapporti con Lumumba dal quale era stata sempre trattata bene e pertanto non poteva esserci nessun motivo di rancore, inimicizia, rivalsa che avesse potuto giustificare una accusa così grave".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©