Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La polizia: “È una vera attività criminale copycat”

Londra, nuova notte di scontri: 35 agenti feriti e 100 fermi

Si teme l’effetto emulazione in altri quartieri

Londra, nuova notte di scontri: 35 agenti feriti e 100 fermi
08/08/2011, 09:08

LONDRA – Nuova notte di guerriglia a Londra. Dopo gli scontri avvenuti domenica nel quartiere di Tottenham, ieri circa 200 ragazzi, giovani e con il volto incappucciato, si sono spostati verso Enfield, nella parte nord della capitale, e Brixton. Qui hanno attaccato diverse auto della polizia e assalito numerosi negozi della via centrale del quartiere.
La polizia, che ha schierato gli agenti anti sommossa, parla a tutti gli effetti di “attività criminale copycat”: cioè azione tesa ad imitare i fatti della notte precedente, gli scontri avvenuti a cavallo tra sabato e domenica, quando bande di centinaia di giovani sono scesi tra le strade per protestare contro l’uccisione, giovedì scorso, da parte della polizia di Mark Duggan, uomo di colore 29enne e padre di quattro figli.
Gli agenti si sono detti shoccati dal livello di violenza nei loro confronti e il bilancio di queste due notti di violenza londinese è di 35 agenti rimasti feriti: 9 nella notte appena trascorsa e 26 nella notte scorsa, mentre il bilancio degli arresti effettuati fino a questo momento è di 100 persone. Anche i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per spegnere diversi incendi appiccati dai rivoltosi, tra i quali quello ad un negozio a Brixton Road, mentre per le strade si possono ancora vedere vetrine frantumate. Una dura condanna a quanto si sta verificando è arrivata da parte di tutte le autorità londinesi.
A preoccupare è soprattutto la possibilità che i disordini, secondo quanto riferito dalla polizia e riportato dalla Bbc, possano ora scatenare un effetto emulazione nel resto della metropoli, di cui si hanno già alcuni preoccupanti segnali.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©