Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La denuncia nasconde il problema dell'informazione odierna

L'Ordine dei giornalisti denuncia web TV: esercizio abusivo della professione


L'Ordine dei giornalisti denuncia web TV: esercizio abusivo della professione
03/04/2012, 09:04

PORDENONE - Prima o poi doveva accadere, e il catalizzatore è stata una web Tv che ha la sede a Pordenone. E' la PnBox, un sito sul quale ogni utente può caricare i propri video o guardare quello che altri hanno caricato. Naturalmente, vengono anche caricati video qualificabili come "informativi", cioè che raccontano notizie di cronaca. Ma il sito non è una testata registrata - obbligo per chi fa informazione - dato che si limita a offrire una piattaforma su cui gli utenti agiscono.
Nonostante questo, l'Ordine dei Giornalisti ha denunciato la PnBox per "esercizio abusivo della professione". Secondo la denuncia, il problema è che il sito fa troppa informazione per rientrare nella sentenza della Cassazione del 2010 che dichiara che le pubblicazioni on line di una testata non registrata non sonosoggette alla legge sulla stampa. E il perchè è ovvio: altrimenti non si potrebbe neanche aprire un blog, senza essere iscritti all'Ordine dei Giornalisti e registrare il tutto al Tribunale.
E quindi si ritorna alla domanda di base: è necessario un tesserino per fare informazione? Perchè se Tizio assiste ad un incidente stradale e lo descrive sul suo blog o sul suo profilo di Facebook, sta facendo informazione. Ultimamente sempre più spesso si assiste alla TV che trasmette filmati caricati da utenti su Youtube (durante le alluvioni o i terremoti è ormai prassi normale, per esempio). La domanda non è peregrina, perchè ne porta con sè un'altra che riguarda la categoria di cui faccio parte anche io: se chiunque può fare informazione, ha senso ancora l'esistenza dell'Ordine dei Giornalisti?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©