Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’orologio di piazza Vanvitelli anticipa l’ora solare


L’orologio di piazza Vanvitelli anticipa l’ora solare
30/09/2010, 15:09


NAPOLI - “Da quando, negli anni scorsi, è stato ripristinato, dopo decenni di onorato servizio, l’orologio di piazza Vanvitelli, tra gli 11 'superstiti' dei 40 installati più di 80 anni or sono a Napoli dall’EAV e denominati  'Impianti dell’ora unica', dà letteralmente i numeri – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari - Come se non bastasse il dato che da mesi i due quadranti continuano a segnare orari diversi sfalsati di circa 10 minuti, da stamattina i numerosi vomeresi che un tempo facevano affidabilità su quest’impianto per fissare i loro appuntamenti hanno potuto osservare un’altra bizzarria". "Difatti - prosegue Capodanno - nonostante che, notoriamente, l’ora legale resterà in vigore fino a domenica 31 ottobre, le lancette dei due quadranti si sono già spostate un’ora indietro riportandosi all’ora solare con un mese d’anticipo".
“Penso, anche se non ho notizie certe al riguardo – continua Capodanno - che la stessa cosa sia avvenuta anche per gli altri orologi pubblici della cosiddetta “ora unica”, collocati in via S. Lucia, piazzetta Augusteo, il Museo, via del Sole, piazza Cavour, via Filangeri, via Mezzocannone, Montesanto, via Diaz e via Duomo". "L’ennesimo esempio della scarsa considerazione della quale godono 'i tempi della Città', anche se per essi è stata conferita un’apposita delega assessoriale dal sindaco di Napoli – conclude Capodanno - Tempi che, come suol dirsi, continuano ad essere scanditi 'a sentimento', per rimarcare, forse, l’abitudine di far precedere all’ora dell’appuntamento quell’avverbio 'intorno' che ne rimarca l’aleatorietà tutta partenopea".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©