Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Posillipo e Nisida controllate a tappeto

Lotta ai lidi abusivi. I sequesti dei carabinieri


Lotta ai lidi abusivi. I sequesti dei carabinieri
11/07/2010, 12:07

A posillipo e bagnoli, nel corso di un servizio finalizzato per la repressione dei reati ai danni dell'ambiente e del paesaggio in aree sottoposte a vincoli di protezione integrale o dichiarate interdette alla balneazione, i carabinieri delle locali stazioni con il supporto della compagnia rione traiano, del nucleo carabinieri subacquei di napoli e del nucleo radiomobile hanno denunciato:

a posillipo
- un 63enne di via dell'’epomeo che aveva occupato abusivamente una area demaniale in localita’ “lo scoglione punta nera” a marechiaro (circa 250 mq.) posizionando sulla stessa 100 lettini e 5 tavoli e realizzando inoltre senza autorizzazione un manufatto di legno di 35 mq. adibito a bar, un punto ristorazione ed un magazzino di derrate alimentari;
- un 60enne della discesa marechiaro che aveva occupato abusivamente una area demaniale in localita’ “lo scoglione punta nera” a marechiaro (200 mq.) posizionando sulla stessa 150 lettini, 30 ombrelloni e 15 tavoli;
- una 60enne della discesa marechiaro che aveva occupato abusivamente una area demaniale in localita’ “lo scoglione punta nera” a marechiaro con un natante adibito a bar e punto di ristorazione;
- un 59enne di via augusto righi che aveva occupato abusivamente una area demaniale in localita’ “marechiaro (250 mq.) posizionando 200 lettini e 30 ombrelloni e realizzando inoltre senza autorizzazione un manufatto di legno di 30 mq. adibito a bar e punto ristorazione;
- una 64enne della discesa marechiaro, la rappresentante legale di uno stabilimento balneare sulla calata ponticello a marechiaro, resasi responsabile della realizzazione in difformita’ delle autorizzazioni ricevute di una piattaforma di legno di 900 mq. insistente su una area demaniale.
circa 700 bagnanti sono stati sgomberati delle aree sottoposte a sequestro.

a nisida
- un 52enne di via nuova nisida che aveva occupato abusivamente l'arenile demaniale in localita’ “nisida” (450 mq.) posizionando 150 lettini, 30 ombrelloni e 5 tavoli e realizzando inoltre senza autorizzazione un manufatto di cemento di 30 mq. e 2 manufatti di legno di 35 mq. ognuno adibiti a bar, magazzino e spogliatoio.
circa 300 bagnanti sono stati sgomberati dell’'arenile poiche’ esposti al pericolo di caduta massi dal sovrastante costone e perchè presenti in area dichiarata interdetta alla balneazione;
- una 66enne di via cormano che aveva occupato abusivamente l'arenile demaniale in localita’ “nisida” (250 mq.) posizionando sulla stessa 50 lettini, 15 ombrelloni e 3 tavoli.
circa 200 bagnanti sono stati sgomberati dell’arenile poiche’ esposti a pericolo di caduta massi dal sovrastante costone e perchè presenti in area dichiarata interdetta alla balneazione.
le strutture abusive, le aree occupate e le attrezzature da spiaggia sono state sottoposte a sequestro.
derrate alimentari e bibite rinvenute nei locali sequestrati sono state consegnate alle suore francescane dell’ “ospizio marino” di napoli in via posillipo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©